Museo Ontani a Vergato Museo Ontani

MuseOntani

LUIGI ONTANI ENTRA NEL MUSEO now open 5 Luglio 2020

Luigi Ontani

MuseOntani

5 luglio 2020

Entra nel Museo

il museo

Un viaggio nell’immaginario di forme, colori e richiami dell’artista Luigi Ontani

A cura dell’Assessore alla Cultura Patrizia Gambari

Il Comune di Vergato ha la fortuna di avere molti artisti: scultori, pittori, poeti, fotografi, musicisti e cantanti, ma uno in particolare è di fama mondiale: il Maestro Luigi Ontani. Artista estremamente eclettico, non può essere inserito in una precisa corrente artistica. La sua arte è espressione di un’indole indipendente.
Il Maestro ha voluto donare al Comune alcune sue opere e altre affidarle per la loro valorizzazione. Ciò dà lustro al territorio e soprattutto al Palazzo Municipale, nel quale si trovano al piano terra il MuseOntani e nella Sala del Consiglio le meravigliose vetrate. Il Palazzo Comunale di Vergato venne costruito fra il XIV e il XV secolo e fu sede dei Capitani della Montagna, funzionari nominati dall’autorità bolognese e posti a capo del governo del territorio dal 1414 al 1796.

L’artista

Le vetrate rappresentano il ciclo della vita, del giorno e delle stagioni, raffigurate con i simbolismi iconoclastici propri dell’artista. Sono quattro e in ognuna sono presenti gli stemmi delle casate dei Capitani della Montagna che si sono succedute nel palazzo. Si parte dalla primavera, che è rappresentata da un fanciullo, fino ad arrivare all’anziano inverno, che è al tramonto della vita e guarda verso il passato.

Opere

All’interno del museo troviamo opere con elementi pittoreschi, allegorici, folcloristici, mitologici, leggendari e riferimenti letterari. La produzione artistica del Maestro Luigi Ontani verte specialmente nella lavorazione della cartapesta, del gesso, del vetro, della ceramica, del marmo, del legno e nella fotografia, dove il protagonista è lui stesso.

Tutte le Opere

Le vetrate rappresentano il ciclo della vita, del giorno e delle stagioni, raffigurate con i simbolismi iconoclastici propri dell’artista. Sono quattro e in ognuna sono presenti gli stemmi delle casate dei Capitani della Montagna che si sono succedute nel palazzo. Si parte dalla primavera, che è rappresentata da un fanciullo, fino ad arrivare all’anziano inverno, che è al tramonto della vita e guarda verso il passato.

Opere

All’interno del museo troviamo opere con elementi pittoreschi, allegorici, folcloristici, mitologici, leggendari e riferimenti letterari. La produzione artistica del Maestro Luigi Ontani verte specialmente nella lavorazione della cartapesta, del gesso, del vetro, della ceramica, del marmo, del legno e nella fotografia, dove il protagonista è lui stesso

Tutte le opere

La Fontana

Dopo diversi anni dalla realizzazione di un plastico per il possibile progetto, nel 2019 insieme al MuseOntani è stata anche inaugurata la fontana “RenVergatellAppenninMontovolo”, posta nella Piazza di fronte alla stazione ferroviaria del paese. Tale opera è stata realizzata grazie al contributo di diversi benefattori come cittadini, banche, associazioni, il Comune di Vergato e la Regione Emilia-Romagna.

La fontana rappresenta il territorio vergatese ed è realizzata da due corpi strutturali: uno centrale in bronzo, da cui si levano il Fauno, raffigurazione del fiume Reno, e il Cupido, nonché l’ Amor d’Arte, che simboleggia il torrente Vergatello; la struttura circostante è caratterizzata dalla presenza di un maestoso Tritone, che rappresenta l’Appennino e come esso ha lo scopo di contenere l’acqua. Il Gigante è appoggiato su un uovo che allude al favoloso Montovolo, circuìto a spirale dal serpente Auroboros.

Dettagli

La Fontana

Dopo diversi anni dalla realizzazione di un plastico per il possibile progetto, nel 2019 insieme al MuseOntani è stata anche inaugurata la fontana “RenVergatellAppenninMontovolo”, posta nella Piazza di fronte alla stazione ferroviaria del paese. Tale opera è stata realizzata grazie al contributo di diversi benefattori come cittadini, banche, associazioni, il Comune di Vergato e la Regione Emilia-Romagna.

La fontana rappresenta il territorio vergatese ed è realizzata da due corpi strutturali: uno centrale in bronzo, da cui si levano il Fauno, raffigurazione del fiume Reno, e il Cupido, nonché l’ Amor d’Arte, che simboleggia il torrente Vergatello; la struttura circostante è caratterizzata dalla presenza di un maestoso Tritone, che rappresenta l’Appennino e come esso ha lo scopo di contenere l’acqua. Il Gigante è appoggiato su un uovo che allude al favoloso Montovolo, circuìto a spirale dal serpente Auroboros.

Dettagli

Rimani aggiornato sulle iniziative e gli eventi del Museo!

    News & Eventi

    Tutte le news

    News

    Tutte le news