1975

Luigi Ontani

PanOlimpo

Audioguida

Fototela

1975

PanOlimpo Opera di Luigi Ontani

Luigi Ontani

PanOlimpo

Audioguida

Fototela

Il dio Pan era, nelle religioni dell’antica Grecia, una divinità non olimpica dall’aspetto di un satiro legata alle selve e alla natura. Era solitamente riconosciuto come figlio del dio Ermes e della ninfa Driope. Anche i fauni venivano identificati con Pan o con i satiri. Il nome Pan deriva dal greco paein, cioè “pascolare”, e infatti Pan era il dio pastore, il dio della campagna, delle selve e dei pascoli.

La sua figura muta in età romana, in cui il nome viene interpretato come un richiamo ad un carattere universale. In età cristiana e premoderna poi, la figura degli “dei cornuti” viene rielaborata attraverso un processo lento di unione culturale folcloristica e mitologica. Pan diventa simbolo delle religioni neopagane e il collante del mondo antico con quello moderno (Priapresco).
L’opera può essere interpretata come una trasgressione artistica dell’autore. Inoltre, la performance è caratterizzata da un particolare utilizzo del colore in una fase successiva alla fotografia: l’utilizzo di questa tecnica rende lo spazio, in cui vive il soggetto, immateriale e lontano dall’occhio dello spettatore. Il tema del connubio tra culture differenti e il continuo ritorno di un tempo passato, che diventa ciclico, sono caratteri fondamentali dell’arte del Maestro.

PanOlimpo Opera di Luigi Ontani