1975-2013

Luigi Ontani

En route vers l’Inde

Audioguida

Serie di 16 fotografie acquerellate
Alibi Pierre LOTI

  • Krishna (1977)
  • Peacock PeDante (2012)
  • CleoPatria (1998)
  • JaipurPorta (1975)
  • Christophoros (1993)
  • NotoStoNato (2013)
  • HanuMan (1976)
  • San Sebastiano Indiano (1976)
  • GuercinAutoflagellaZione (1976)
  • MirrorMiracolo (2007)
  • Indian Band (Trittico) (1977)
  • MadeUSA (1993)
  • Shiva (1976)
  • San Luca Vergineo (d’apres Guercino) (1975)

1975-2013

Luigi Ontani

En route vers l’Inde

Audioguida

Quadreria di 16 fotografie acquerellate
Alibi Pierre LOTI

Krishna (1977)
Peacock PeDante (2012)
CleoPatria (1998)
JaipurPorta (1975)
Christophoros (1993)
NotoStoNato (2013)
HanuMan (1976)
San Sebastiano Indiano (1976)
GuercinAutoflagellaZione (1976)
MirrorMiracolo (2007)
Indian Band (Trittico) (1977)
MadeUSA (1993)
Shiva (1976)
San Luca Vergineo (d’apres Guercino) (1975)

Agli inizi degli anni ‘70 il maestro, affascinato dall’Oriente, compie il primo viaggio in India realizzando un ciclo di immagini stampate in bianco e nero, virate in seppia e dipinte all’acquerello, utilizzando una tecnica alle origini della fotografia, con la collaborazione dei fotografi indiani in diversi luoghi.

La distanza temporale e culturale, che sembra dividere le differenti tematiche che compaiono in questa opera, viene annullata dall’artista il quale ci accompagna nello spazio introspettivo e metafisico della sua performance, come “Tableau Vivant”.

L’idea di unire differenti temi in una sola opera non deve meravigliare. Luigi Ontani ricostruisce, attraverso la citazione colta, un ambiente in cui intrappola chi ricerca una logica classica nell’arte. In questo modo egli amalgama l’arte classica cristiana del Guercino con la rappresentazione della visione religiosa induista nel personaggio vedico Hanuman. Affianca il trittico folcloristico della banda indiana con l’imperscrutabile gioco, sia artistico che letterario, della fotografia MadeUSA, la cui performance fu ideata per l’invito ad una mostra in America. Gioca sulla figura di Dante nella sua rappresentazione PeacockDante, maschera PeDante.

Ontani si identifica, ritualizzando pur nell’immobilità della “posa” fotografica, con simulacri raccolti in quadreria: San Luca Pittore, San Sebastiano, San Cristoforo, Krishna, Hanuman, Shiva con cobra vivente (in questo caso è una performance), MadeUSA come Medusa, PeDante con maschera e la banda. Citazione ed eccitazione con ironia. Girotondo nel mondo della leggenda.
Il Maestro non progetta il suo linguaggio immaginifico, di fantasia d’“ArteVita”, valutando l’effetto di provocazione e trasgressione, con dispetto e rispetto. Di conseguenza vive scandali forse prevedibili ma mai voluti, nell’area deculturale, continuando a sorvolare e pensare: “VivArte”